Patrizia Fratus

Patrizia Fratus: è nata un caldo Luglio di qualche tempo fa in quel di Palosco, è passata dalla macchina per cucire di sua madre alla Marangoni di Milano poi nei laboratori del teatro alla Scala poi all’insegnamento per qualche stagione. Il resto è successo quasi per caso mandando una foto ad una galleria di Parigi che ha trovato “ètonant” la sua prima donna, poi, una cosa ne fa seguire un’altra e non ha più smesso. Facendo ha poi scoperto la meraviglia di ciò che aveva appena scoperto di saper fare. Da allora racconta storie,  quelle che conosce meglio,da quelle che le raccontava sua nonna a quelle di sua madre,quelle che ha raccontato ai suoi figli e quelle che l’umanità si racconta da sempre per insegnare,per imparare e per ricordare. Come fango creativo usa la carta, il tessuto. Lesue scatole portacenere sono nate da una riflessione sulla vita che porta certamente, inesorabilmente, con sé la morte. Tale ineluttabile combinazione non rappresenta un problema, ma solo un fatto intrinseco, un fatto che ci ricorda, allo stesso tempo, il limite e la grandezza della vita.

I prodotti di Patrizia Fratus per Ottobarradieci
19/5/2012

Il Giardino Segreto

Ottobarradieci vi aspetta ai Vivai Rota per sorpendervi con un’ installazione: “Il Giardino segreto”. »

Nessun articolo per ora.